Ti fai guidare dalle emozioni o le sopprimi?

Punti chiave

A) Ti fai guidare se:

- usi spesso frasi del tipo:

“mi sento depressa quindi significa che… (il mio lavoro/rapporto/matrimonio ecc. non funziona)”;
“quello che mi succede è terribile”;
“come soffro io non soffre nessuno”;
“non ci posso fare niente, le mie emozioni sono più forti di me”;
“ho paura e quindi non lo faccio”;
“il fatto che mi senta a disagio è un segnale che questa cosa non va bene per me”;

- hai paura della tua paura, ti dà ansia essere ansiosa, hai il terrore di soffrire;

- rimugini sulle tue emozioni;

-quando sei arrabbiata, continui a pensare a ciò che è successo e a raccontarti quanto sia terribile, ingiusto o insopportabile;

- quando senti un’emozione tendi a prendere decisioni in base a essa;

- passi giornate intere in balia dei tuoi stati emotivi depotenzianti;

- sei spesso sulle montagne russe emotive: un giorno sei euforica, quello dopo depressa;

- quando sei arrabbiata/hai paura o provi altre emozioni come queste ti ci vuole molto tempo per uscirne;

- tendi a parlare molto delle tue emozioni e dai loro priorità assoluta.

B) Sopprimi le tue emozioni se:

- usi spesso frasi del tipo:

- “piangere è da deboli”;
- “essere forti vuol dire non avere paura”;
- “chi mostra le proprie emozioni è in svantaggio rispetto agli altri”;
- “le emozioni vanno tenute sotto controllo”;
- “una persona di successo non dovrebbe cedere alle emozioni”.

- hai paura di essere sopraffatta dai tuoi sentimenti;

- la parola “emozione” non fa parte del tuo vocabolario;

- sei molto formale nelle tue relazioni e tendi a tenere le persone a distanza;

- non piangeresti in pubblico per tutto l’oro del mondo;

- ti capita di emozionarti in presenza di altre persone e ti accerti subito che nessuno l’abbia notato.

[tratto da Libera la tua Vita]

OH HEY, FOR BEST VIEWING, YOU'LL NEED TO TURN YOUR PHONE