Ciao sono Cristina, ho la tenera età di 53 anni e da sempre una smisurata passione per la pasticceria...

ma la vera avventura in questo fantastico mondo è iniziata quando, io ed il mio compagno, decidemmo di mollare tutto e partire verso il paese più lontano tra tutti: l'Australia.

La nostra è stata un'avventura elettrizzante, faticosa e anche un pò "pazza" ma che mi ha permesso di realizzare il mio sogno: fare della mia passione il mio lavoro.
Dopo anni di studio al Tafe College di Sydney, dove mi sono diplomata pasticcera e altrettanti passati lavorando faticosamente in molte pasticcerie della città, ora siamo rientrati in Italia dove ho messo a frutto e accresciuto la mia esperienza in pasticceria, lavorando in alcuni laboratori, specializzandomi in "pasticceria senza glutine e vegana".
Il sogno iniziato nella lontana terra dei canguri, però, non si è concluso! Il passo successivo sarà quello di aprire un laboratorio tutto mio dove poter dar sfogo alla mia creatività.
In attesa che il mio sogno si possa completare, condivido quello che ho imparato e realizzato in questi anni, preparando dolci " a testa in giù!"

Tacos dolci - Facili e veloci pronti in 5 minuti!

Durante gli anni vissuti in Australia, la cucina messicana è sempre stata presente. Tacos, burritos, enchiladas ricchi e profumati.

Adoravo gustarli di fronte al mare nelle pause dal lavoro oppure realizzarli a casa per una cena insolita e non tradizionale (anche se di tradizionale in quel periodo c’era ben poco!😄).

Ed eccoli qui i miei tacos dolci con panna, cioccolato e frutti di bosco! Una vera leccornia! 😋😋

Velocissimi e semplicissimi da realizzare, si preparano in cinque minuti senza planetaria o attrezzature particolari.

Vi lascio la ricetta!

TACOS DOLCI

1 albume (circa 35 g)
58 g di zucchero semolato
½ cucchiaio di latte
½ cucchiaino di vaniglia (estratto)
1 pizzico di sale
75 g di farina
15 g di burro fuso

In una ciotola mescola albumi, zucchero, latte, vaniglia e sale. Aggiungi la farina setacciata ed il burro sciolto e freddo.

Mescola per ottenere un composto liscio ed omogeneo. Versa una piccola quantità di impasto (1/2 cucchiaio) in una padella antiaderente ben calda. Stendilo con una spatola (come per le crepes! 😉)

Cuoci 3-4 minuti per parte. Capovolgi il tacos sul manico di un mestolo facendogli assumere la sua forma a barchetta e lascialo raffreddare. Continua così con gli altri e farciscili con quello che più ti piace!

Io ho usato ganache al cioccolato e panna montata, aggiungendo frutti di bosco (che non guastano mai) come decorazione!

Che dite, il fatto che uno sia misteriosamente scomparso tra l’uscita dal frigorifero allo scatto delle foto significherà che sono stati apprezzati? 😂

CROSTATA CREMA PASTICCERA E CONFETTURA DI RABARBARO

La prima volta che ho utilizzato il rabarbaro (e per di più in una preparazione dolce) è stata, ormai diversi anni fà, in una delle prime lezioni alla scuola di pasticceria di Sydney.

Entrando in classe, quella mattina, io ed i miei compagni di corso trovammo i banchi del laboratorio sommersi da lunghi ciuffi di piante erbacee dalle verdi e scintillanti foglie e dai gambi rosso rubino. Uno spettacolo per gli occhi!

Nonostante fossero bellissimi, la loro vista suscitò in noi un senso di meraviglia mista a preoccupazione: “Oh my god!” esclamammo tutti.

Esclamazione che, nonostante i limiti linguistici dovuti dalla molteplicità di idiomi parlati, fu pronunciata quasi all’unisono.

In realtà la preparazione che ci aspettava in quella giornata di studio, fu piuttosto semplice e per me assolutamente insolita: “rhubarb shortbread tart”.

La base è di pasta frolla, per la farcitura ho utilizzato un fondo di crema pasticcera (adatta alla cottura) ed un leggero strato di confettura di rabarbaro.

La confettura è semplicissima e veloce da realizzare, non ha bisogno di addensanti o pectina e si può preparare in giornata.

Unica accortezza da avere è quella di utilizzare soltanto i gambi e non le foglie che vanno eliminate perché tossiche e amare (mi raccomando!).😉

Vi lascio la ricetta, se avete voglia di provarla:

350g rabarbaro (solo i gambi)
200g zucchero semolato
150ml acqua

lavare il rabarbaro, eliminare le foglie verdi e tagliare i soli gambi. In un pentolino cuocere a fiamma dolce per 4-5 minuti gambi, zucchero e acqua e portare a densità. Raffreddare ed utilizzare nella crostata.
Enjoy!

PANNA COTTA AL FRUTTO DELLA PASSIONE

“Che fine ha fatto la semplicità? Sembriamo tutti messi su un palcoscenico, e ci sentiamo tutti in dovere di dare spettacolo” (Charles Bukowski)

Sempre in cerca di formule magiche che rendano tutto ciò che facciamo nuovo, creativo ed originale, che ci consenta di emergere e distinguerci nell’affollata quotidianità.

La vita è certamente un grande palcoscenico sul quale ogni giorno recitiamo la nostra parte, scegliendone il copione con le nostre scelte, decisioni e sbagli (soprattutto quelli!)

Ma in questo spasmodico rincorrere, a volte, dimentichiamo le cose semplici, spontanee ed improvvise a favore di qualcosa di meditato, ricercato (troppo spesso) con pedissequa precisione.

Con questa mia intima (ormai non più😊) riflessione, ho iniziato a preparare una fin troppo semplice panna cotta al frutto della passione...

..con il pensiero rivolto a colui che la adora più di ogni altro dolce.😍

Perché, in fondo, non sono forse le cose semplici le migliori? Voi che ne pensate?

Per la panna cotta:

latte 60 ml
zucchero 50g
gelatina in fogli 4 g
panna fredda 250ml

Scaldare il latte con lo zucchero. Aggiungere la gelatina reidratata e la panna fredda di frigorifero. Versare nei bicchierini. Far riposare in frigorifero per un’oretta.

Gelè al passionfruit

acqua 100g
zucchero 60g
gelatina in fogli 6g
polpa del passionfruit 100g (circa 5-6 frutti)

Scaldare l’acqua insieme allo zucchero e alla gelatina ed unire la polpa estratta dai frutti della passione. Versare sulla panna cotta ormai raffreddata e guarnire con frutta fresca.

COOKIES 3 CIOCCOLATI SENZA GLUTINE

Adattarsi ai cambiamenti! L'ho imparato da loro👇

[Cookies ai 3 cioccolati senza glutine]

Oggi pensavo come spesso ci troviamo dinanzi alla necessità di cambiare (a volte stravolgere) le nostre abitudini, i nostri ritmi e addirittura le nostre convinzioni.

E di come, nel farlo, scopriamo capacità di inventiva ed ingegno per arrivare alla soluzione finale, attingendo ad abilità nascoste persino a noi stessi.

In un certo senso questi biscotti sono nati così.

Negli ultimi anni, svolgendo il mio lavoro, ho dovuto affrontare una sfida non indifferente per un pasticcere: realizzare prodotti senza glutine che potessero essere buoni e apprezzati tanto quanto…🤔

Gli insuccessi sono stati tanti; tanti gli impasti finiti nella spazzatura; ma per questi cookies la soddisfazione è stata quasi immediata.

Sarà la ricetta originale di un maestro della pasticceria italiana (Luca Montersino), sarà la tenacia nel provare, ma alla fine la soluzione è stata più semplice del previsto.

Sostituire la farina glutinosa con le più naturali farine di riso e di mais (“fumetto” mi raccomando) e ribilanciare i liquidi, aumentando un pò il peso delle uova.

Ed eccolo il risultato.😄

Cookies senza glutine con l’aggiunta dei 3 cioccolati (fondente, al latte e bianco) che risultano gustosi e friabili, tanto da non accorgersi del “senza”! 😋

E poi sostituendo il burro con della "buona" margarina o del burro senza lattosio ed utilizzando il solo cioccolato fondete, diventano anche senza lattosio! 😉

INGREDIENTI
300g di burro
225g di zucchero di canna
120g di uova
30g di miele
100g di gocce di cioccolato fondente
100g di gocce di cioccolato al latte
100g di gocce di cioccolato bianco
270g di farina di riso
180g di farina di mais "fumetto"
6g di lievito per dolci
semi di 1 bacca di vaniglia
1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Lavorare il burro morbido e lo zucchero di canna fino a renderlo un composto chiaro e omogeneo.

Separatamente mescolare le uova con il miele e la vaniglia ed aggiungerle al composto di burro poco per volta.

Unire e setacciare le farine, il lievito ed il sale e aggiungerle all'impasto.
Lavorare il composto fino a loro completo assorbimento.

Aggiungere i 3 tipi di cioccolato e lavorare velocemente il tempo che il cioccolato venga incorporato.

Su una teglia rivestita con carta forno, formare delle palline di circa 60-80g distanziandole tra di loro.

Infornare a 180° in forno ventilato per circa 15-17 minuti.

OH HEY, FOR BEST VIEWING, YOU'LL NEED TO TURN YOUR PHONE